, , , , , , , , , , , , ,

FAGOTTINI DI SALMONE E MELAGRANA


I fagottini di salmone e melagrana possono essere facilmente inseriti nei pranzi e nelle cene natalizie.
Molto bilanciata: contiene pochi carboidrati, grazie alla pasta fillo.
I grassi contenuti sono solo quelli presenti nel salmone, omega 3 preziosissimi per la nostra salute.
La vitamina C contenuta nella melagrana e il potassio presente in buona quantità arricchiscono questo piatti di principi nutrizionali notevoli.
Inoltre non dimentichiamoci della estrema semplicità che occorre per realizzarlo.

Ingredienti per 6 fagottini
1 confezione di pasta fillo ( 2 fogli sovrapposti 50 x 50 cm).
1 piccolo trancio di salmone fresco
1 porro
1 melagrana
1 cucchiaino di fecola o amido di mais
sale
pepe
olio evo
1 uovo

Tagliare in cubetti rettangolari il salmone. Farlo rosolare ai lati in una padella antiaderente.
E mettere da parte.
Lessare in acqua bollente 4 foglie di porro. Mettere da parte.
tagliare i fogli di pasta fillo in sei parti uguali.
Accendere il forno a 180°
Avvolgere ogni pezzo di salmone in una foglia di porro precedentemente salata e pepata.
E in seguito impacchettare con la pasta fillo.
Sbattere l’uovo e spennallare i fagottini. Metterli su una placca ricoperti di carta forno.
Fare dorare la superficie.
Aprire a metà la melagrana. tenere qualche chicco da parte. Il resto spremerla.
Mettere il succo in una padella con il cucchiaio di fecola
In seguito mettere sul fuoco e attendere che si rapprenda.
Sfornare i fagottini e impiattarli con a fianco un cucchiaino di riduzione e qualche chicco di melagrana.

, , , , , , , ,

Pollo con riso venere e carote


Il pollo accompagnato dal riso venere e dalle carote è un piatto unico, leggero perchè povero di grassi.
Il limone conferisce freschezza oltre che vitamina C e le carote vitamine A e B
Le spezie permettono di utilizzare pochi grassi.
La carne bianca apporta proteine e il riso integrale carboidrati e fibre.
La carota ha proprietà toniche, rimineralizzanti, depurative, rinfrescanti, contribuisce a rafforzare le immunità naturali. Ricca di elementi minerali in particolar modo di potassio, sodio e calcio.
Lo zenzero è digestivo, antiossidante, antinfiammatorio, antipiretico, tonificante.
La mandorla aggiunta alle verdure sostituisce l’apporto proteico di una bistecca ( 20-30 mandorle). Riequilibrante del sistema nervoso, rimineralizzante, antisettico e lassativa.

Ingredienti per 4 persone
Per i cestini
2 fogli di pasta fillo
per il riso
320 gr di riso nero ( venere)
1 scalogno
1 mazzetto di erbe aromatiche ( timo, rosmarino, basilico)
10 gr di olio evo
1 spicchio di aglio
100 gr di vino bianco secco
30 gr di parmigiano grattugiato
Brodo vegetale o acqua bollente salata.
Per i bocconcini
500 gr di petto di pollo
2 spicchi di aglio
2 cucchiai di miele
1 limone biologico
2 cucchiai di peperoncino tritato
erbe aromatiche
1 cucchiaio di farina
olio evo
100 gr di vino bianco secco
sale
Per le carote
6 carote medie
1 pezzetto di zenzero fresco
sale
olio
100 gr di mandorle pelate ( anche già affettate)

Pulire e lavare le carote.
Tagliarle prima a metà e poi a losanghe.
Tostare le mandorle e poi tritarle grossolanamente, tenendone da parte qualcuna.
Grattugiare e poi strizzare lo zenzero fresco.
Mettere in una padella l’olio.
Aggiungere le carote e fare saltare prima a fiamma alta e poi continuare la cottura a fiamma bassa, aggiungendo il sale.
Appena le carote sono semicotte, aggiungere il succo di zenzero ed infine le mandorle.

Preparare i cestini di pasta fillo tagliando dei quadrati di circa 20 cm di lato e adagiarli sopra dei pirottini capovolti e ben imburrati. Infornare per circa 10 min. Togliere dal forno, lasciare raffreddare e separarli dai pirottini

Tagliare i petti di pollo a losanghe piccole.
In una bacinella preparare la marinatura con il miele,il succo del limone, il peperoncino,l’aglio schiacciato e l’olio e le erbe aromatiche tritate.
Unire i pezzi di pollo e mescolare bene. Lasciare marinare per 30 minuti o più.

Intanto preparare il riso.
Tritare le erbe aromatiche. Mettere da parte.
In una pirofila mettere il vino, lo scalogno e l’aglio e metà delle erbe tritate e fare appassire.
Aggiungere il riso. Fare insaporire.
Irrorare con il brodo a poco a poco come per fare un risotto.
Cuocere il tempo necessario.
Quando il riso è cotto, spegnere il fuoco, mantecare con il parmigiano e le restanti erbe.
Dopo di che, appena freddato, mettere il riso nei cestini di pasta fillo.Aggiungere le carote.

Tornare al pollo.
Scaldare una padella e mettere a rosolare il pollo con qualche cucchiaio di marinata. Aggiungere, se lo richiede, qualche cucchiaio di acqua bollente.
Aggiustare di sale e cuocere 10/15 minuti a fuoco medio. 3 minuti prima di spegnere il fuoco spolverare con la farina e mescolare bene.

Impiattare il pollo con il riso venere e carote come nell’immagine.

, , , , , , , , , , ,

Salsa di lenticchie

Questa salsa di lenticchie è una gustosa novità da proporre in tavola a grandi e piccini, sia per il gusto molto delicato sia per le proprietà nutrienti delle lenticchie e dello zenzero.

Le lenticchie hanno un alto valore nutritivo. Contengono circa la stessa quantità di proteine e carboidrati e solo il 2% di olii vegetali. Sono ricche di fosforo, ferro e vitamine del gruppo B.
Sono molto indicate nella prevenzione dell’arteriosclerosi poiché contengono grassi insaturi. Sono utili per il funzionamento dell’apparato intestinale e per tenere sotto controllo il livello del colesterolo.
Hanno proprietà antiossidanti che agiscono positivamente sugli inquinanti a cui tutti siamo soggetti. Le lenticchie sono anche molto ricche di tiamina, utile per migliorare i processi di memorizzazione. Contengono anche la vitamina PP che è un potente equilibratore del sistema nervoso, quindi hanno un’azione antidepressiva e antipsicotica. Infine, sono molto indicate per chi soffre di anemia, mentre sono assolutamente controindicate nei soggetti iperuricemici.

Per chi conosce l’hummus di ceci, potrebbe essere una valida alternativa.

Dose per 6-8 persone:
250 gr lenticchie rosse decorticate
500 ml acqua, più quella necessaria all’ammollo
1/2 cipolla
2 cucchiai di sesamo
un pezzetto di zenzero
mezzo limone
olio extravergine d’oliva
sale marino integrale

Ammollare le lenticchie con 500 ml acqua fredda, risciacquare. Stufare la cipolla, grossolanamente affettata, in poco olio. Toglierla e unire le lenticchie e acqua o brodo vegetale: saranno sufficienti 5′ di cottura. Aggiustare di sale e lasciar raffreddare. Grattugiare la scorza di limone e lo zenzero. Tostare i semi di sesamo e unirli alle lenticchie.
Spremere la fibra dello zenzero tra i palmi delle mani: se ne dovrà ricavare un cucchiaio di succo. Spremere il limone.
Frullare le lenticchie con i restanti ingredienti, utilizzando un minipimer, e montare unendo l’olio a filo.
Servire fredda con crostini, crackers oppure verdure tagliate per pinzimonio.

, , , , , , , , , , ,

TAGLIOLINI PICCANTI CON POLPO


Nelle giornate afose si ha voglia di gusto ma anche di leggerezza.
E per non rinunciare del tutto ad un buon primo piatto, vi propongo questa ricetta.
L’idea mi è venuta un giorno in cui, acquistando del pesce, ho visto un polpo fresco.
Ma non volevo cucinarlo come sempre con le patate ( anche se confesso che così lo mangerei tutti i giorni).
Ho pensato invece ad un sughetto leggero, un po’ piccante, e mi è venuto in mente di fare cucinare questo piatto, che poi ho riproposto in una lezione di cucina. Risultato sorprendente e confermato anche dagli allievi.
Non vi resta che leggere la ricetta e provarla.

Tempo totale di preparazione:
1 ora di cottura del polpo ( potete farlo anche il giorno prima)
30 minuti per i tagliolini ( i più pigri possono utilizzare gli spaghetti)
30 minuti per il sugo, cottura della pasta e impiattamento

COSTO per persona: 5€

PROPRIETA’ NUTRIZIONALI:

Polpo: E’ un alimento ipocalorico e ipolipidico e contiene buone quantità di minerali come il ferro, il fosforo, calcio e potassio.
Peperoncino piccante: è dotato di molte proprietà e di tanti benefici. Si tratta di funzioni terapeutiche, dimagranti, nutritive e si dice anche afrodisiache.E’ anche un antiossidante. Favorisce la digestione, la circolazione sanguigna e ha delle evidenti proprietà antinfiammatorie. Tuttavia bisogna stare attenti, perché ci sono anche delle controindicazioni, soprattutto per chi soffre di alcune patologie, come l’ulcera e la gastroenterite.
Protegge il sistema cardiovascolare, anche perché è un ottimo vasodilatatore, in grado di combattere gli effetti del colesterolo. Presenta molti acidi grassi insaturi, che consentono di rafforzare i vasi sanguigni e di mantenere elastici i capillari, migliorando l’ossigenazione del sangue.
Pasta all’uovo: La pasta all’uovo è particolarmente consigliata ai vegetariani o a coloro che non amano la carne e dunque non ne mangiano in quantità: con la pasta all’uovo, infatti, si fornisce all’organismo le proteine necessarie, per di più di qualità migliore rispetto a quelle della pasta di semola. Ovviamente essendo più calorica della normale pasta secca senza uova, per chi deve rispettare un regime ipocalorico, sarebbe meglio sostituire i tagliolini all’uovo con tagliolini con farina di grano duro e acqua oppure con pasta secca integrale.

Ingredienti per 4 persone
Per i tagliolini
300 g di farina bianca “00”
3 uova
4 peperoncini rossi freschi o 1 cucchiaio di peperoncino in polvere
sale
Per il condimento
1 polpo piccolo
100 g di olive nere
8 pomodorini maturi
1 acciuga sott’olio
4 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1 spicchio d’aglio
un mazzetto di prezzemolo fresco
sale

Lessare il polpo partendo dall’acqua fredda leggermente salata per circa 1 ora, finché
sarà tenero, ma non sfatto. Lasciarlo raffreddare nella sua acqua
Su una spianatoia unire alla farina un pizzico di sale e il peperoncino ridotto in polvere, poi impastare con le uova. Lavorate l’impasto energicamente fino a ottenere una pasta liscia e omogenea; lasciatela riposare per 30 minuti avvolta nella pellicola.
Nel frattempo eliminare i semi dei pomodorini e tagliarli a dadini, tritare qualche oliva con il coltello e qualcuna lasciarla intera.
Tagliare il polpo a rondelle lasciando la parte dei tentacoli sottile intera.
Insaporire l’olio con aglio sciacciato e l’acciuga su fuoco basso, aggiungere il polpo tagliato e rosolarlo per pochi minuti; togliere l’aglio e unire le olive e i pomodori. Insaporite per 2 minuti e salate.
Tirare la pasta con l’apposita sfogliatrice e ricavare i tagliolini piccanti. Cuocerli in acqua bollente salata per 2 minuti, scolarli e versarli nel tegame del sugo. Saltare il tutto in padella e servire i tagliolini piccanti con polpo con una spolverata di prezzemolo tritato.

, , , , , , , , ,

INSALATA DI ORZO


INSALATA DI ORZO E TONNO, AL PESTO DI MENTA E LIMONE

Ingredienti per 4 persone:
300 gr di orzo perlato
200 gr di tonno sott’olio sgocciolato
un mazzetto ricco di menta oppure basilico
una manciata di anacardi o pinoli
succo e scorza di un limone
Olio evo q.b.
sale
pepe

Lessare in abbondante acqua salata l’orzo. Scolare sciacquandolo bene emettere da parte a raffreddare.
Preparare il pesto: foglie di menta, olio evo, anacardi, succo di limone, sale.
Sgocciolare il tonno e spezzettarlo grossolanamente.
Condire bene l’orzo con il pesto, finchè diventa bello verde.
Aggiungere il tonno, la scorza di limone grattugiata e il succo del limone.
Aggiustare di sale.
Fare riposare in frigorifero per almeno 1 ora.

, , , , , , , , , ,

LASAGNE DOLCI ALLE FRAGOLE

Ai primi colori e profumi della primavera si pensa alle fragole, ai dolci freschi.
E per variare e non fare sempre il classico dolce al cucchiaio o la classica torta lievitata, oggi vi propongo il dolce fatto nella lezione di cucina dedicata alle lasagne.

Ingredienti per una teglia media di lasagne dolci alle fragole ( 8 porzioni)
Per le crepes
Uova 7
Farina 250 gr
Latte 500 ml
Sale Un pizzico
Burro 40 gr
Zucchero 140 gr
Foglie di menta fresca tritate ( facoltativo)
Per la besciamella
1 litro di latte
2 bustine di vanillina
250 g di zucchero
100 g di maizena
100 g di burro
Fragole 500 gr per la salsa.

Preparare le crepes.
Mescolare il latte con la farina, 40 grammi di zucchero e il sale.
Unire 3 uova sbattute e fare riposare per mezz’ora.

Preparare la besciamella.
Scaldare circa 2/3 di latte insieme alla vanillina e metà dello zucchero fino a sfiorare il bollore. A parte mischiare insieme la maizena con l’altra parte di zucchero. Stemperare il tutto con il rimanente latte freddo fino a formare una crema omogenea. Unire la crema al latte bollente e lasciare addensare su fuoco medio girando con una frusta. A fine cottura unire il burro e mischiare delicatamente. Una volta che il burro sarà completamente amalgamato la besciamella dolce sarà pronta. Versarla in un contenitore di vetro basso e largo e sigillarla con uno strato di pellicola a contatto per evitare che la superficie si secchi.
Sciogliere il burro in un tegamino e unirlo al composto delle crepes. Preparare le crepes nella padella apposita, poi tenerle in frigo a raffreddare per un po’.
Pulire e frullare con un po’ di zucchero metà delle fragole. la restante metà tagliarla a cubetti
Prendere una pirofila da lasagna, spennellare il fondo con un cucchiaio di salsa di fragole e poi procedere a creare strati alternati di crèpes, besciamella dolce e salsa di fragole e pezzetti di fragole.
Finire con un ultimo strato di salsa e pezzetti di fragole e una spolverata di zucchero a velo.
Lasciare il tutto in frigorifero per almeno due ore prima di servire.

Per i più golosi aggiungere agli strati qualche scaglia di cioccolato fondente.

, , , , , ,

PARFAIT DI RICOTTA AL LIMONE


Questa ricetta molto semplice e dai pochi ingredienti vi permetterà di preparare un dessert molto gustoso, fresco ma soprattutto veloce.
Potremmo anche considerarlo un dessert light.
Provatelo e sappiatemi dire.

PARFAIT DI RICOTTA AL LIMONE

gr. 500 di ricotta freschissima
gr. 70 zucchero
il succo di un limone
poche gocce di essenza di vaniglia
gr.25/30 di amido di mais

Spremere il limone e filtrare. Schiacciare la ricotta con la forchetta o con lo sbattitore e aggiungere alla ricotta prima lo zucchero, poi il limone e pochissime gocce di vaniglia. Mescolare bene. Infine amalgamare sempre con lo sbattitore l’amido, fino ad ottenere una crema abbastanza liscia
Preparare gli stampi imburrati e spolverizzati di zucchero. Mettere il composto e livellarlo bene.
Mettere in forno caldo a 200° finchè non comincia a colorarsi sui bordi e un pò sopra.
Sfornare e lasciare raffreddare completamente e poi mettere in frigorifero.
Volendo accompagnare con caramello o frutta fresca.

IMG_0165