Articoli

, , , , ,

VOL AU VENT CON CREMA DI FUNGHI

Ecco i Vol au vent con crema di funghi

Per un menu adatto all’autunno e anche alle feste Natalizie, i Vol au Vent sono sempre apprezzati.

Questa è una delle ricette più semplici, che ho proposto come antipasto. Ma può essere anche un’ottimo finger food per un buffet.

INGREDIENTI:

1 confezione di pasta sfoglia fresca

1 tuorlo d’uovo

250 ml di latte

50 gr di burro

40 gr di farina

noce moscata

prezzemolo

aglio

funghi (secchi porcini/champignon/vari)

PROCEDIMENTO:

Mettete a bagno i funghi secchi in acqua tiepida e pulite gli altri funghi dalla terra.

Srotolate la pasta sfoglia. Ricavate tanti dischi e con la metà formate degli anelli con uno spessore di ½ cm. Sovrapponete gli anelli ai dischi interi. Spennellateli con il tuorlo dell’uovo mischiato ad un pizzico di sale.

Mettete in forno a 180° finchè lievitano e si dorano in superficie.

Toglierli dal forno e farli raffreddare.

Preparate la besciamella in un pentolino mettendo il burro con la farina. Appena si forma una crema densa, aggiungere poco alla volta il latte.

Mescolate bene per evitare la formazione di grumi, spolverate con la noce

moscata e il sale.

Appena il composto ha raggiunto una consistenza cremosa è pronto.

Fate rosolare in padella con olio un battutino di aglio e prezzemolo, aggiungete i funghi tagliati a fettine e poi listarelle e fateli rosolare.

Aggiungete tutto alla besciamella, riempite i vol au vent. Si possono servire tiepidi o freddi.

Per abbinare i vol au vent  ad un altro antipasto leggi questa ricetta

, , , , ,

Il mio primo post

Oggi apro i battenti del mia nuova esperienza on line.
Sono emozionata.
Sarà il mio luogo di incontro e di comunicazione con chi lo desidera.
E’ chiaro che i primi miei visitatori saranno parenti, marito e amici.
E poi si vedrà!

Inizio subito con notizie interessanti apprese ieri, ad un open day sui formaggi svizzeri.
Come è buona norma, acquistare sempre formaggi DOP (Denominazione di origine protetta ovvero le fasi di produzione, trasformazione ed elaborazione di un prodotte avvengono in un’area geografica limitata).
Il re dei formaggi svizzeri è l’EmmentalerDOP, seguito da Le Gruyère DOP, da le Vacherin Fribourgeois DOP, dallo Sbrinz DOP, dalla Raclette, Dal Vacherin mont d’Or DOP, dall Appenzeller, dallAlpentilsiter e infine dal Tete de Moine DOP.
E per dare subito una occasione di assaggio vi segnalo una ricettina facile e leggera:

STRUDEL DI PASTA PHILLO CON LE GRUYERE E ORTAGGI
Ingredienti per 4 persone:

4 fogli di pasta phillo, 1 porro, 1 zucchina, 1 patata, 250 gr asparagi, olio EVO (Extra Vergine di Oliva), !00 Gr di Le Gruyère, 1 uovo, mezzo cucchiaio di burro, timo, sale e pepe.

Preparazione:
Tagliare a piccoli dadini il porro, la zucchina e la patata e farli brasare in padella con pochissimo olio. Fare raffreddare. Aggiungere l’uovo, Le gruyère tagliato a dadini.
Pulire e lessare gli asparagi. separare le punte dai gambi. Frullare questi ultimi con poca acqua di cottura.
Disporre il ripieno di verdure dui fogli di pasta phillo e formare dei fagottini o involtini ( assicurarsi che sia ben chiusi). Spennellare con burro fuso. Cuocere i piccoli strudel in forno a 180° per 10 min
Servire caldi con punte di asparagi a decorazione sul letto di crema di asparagi.

VERSIONE ANCORA PIU’ LEGGERA.
Sostituite la patata con un’altra verdura, e fate cuocere l’impasto degli ortaggi con il formaggio dentro a pirottini per muffin eliminando la pasta phillo.